Commento

Roma, partigiano contestato

"Non sottovalutare episodio"

Hanno probabilmente ragione i giornali di ieri e di oggi che ci ricordano che le polemiche attorno al 25 aprile sono diventate una costante.

Probabilmente lo sono anche perché, da troppi anni, non mancano interventi sbagliati e inaccettabili anche da parte di chi riveste cariche pubbliche. I distinguo e le prese di distanza dalla Resistenza e dalla Liberazione hanno seminato e, subito, si trova chi è pronto a raccogliere.

Per questo non possiamo  sottovalutare quanto è accaduto al liceo Avogadro di Roma (con la contestazione a Mario Bottazzi, presidente Anpi II Municipio, da parte di Lotta Studentesca ndr) e dobbiamo, al contrario, aumentare il nostro impegno di formazione e di memoria che si dirige alle scuole e alle associazioni.

Luigi Marini (presidente Magistratura Democratica)

23 aprile 2012
Ultimi articoli
Ricordando Walter.

Nessuno muore sulla terra finché vive nel cuore di chi resta

Oggi al duomo di Monza una folla di donne e di uomini ha salutato Walter Mapelli, Procuratore della Repubblica di Bergamo che ci ha lasciato l’8 aprile, dopo una lunga malattia
Polonia.

Il messaggio dei giudici polacchi aderenti a Iustitia

La testimonianza dell’impegno a contrastare la crisi dello Stato di diritto
21 marzo: Giornata della Memoria e dell’Impegno per le vittime di mafie.

Dare un senso all’impegno

di Stefano Musolino
Un giorno per rammentare il senso dell’operare e gettare nuove basi per una più efficace azione di contrasto alle mafie
Rassegna.

Ezia Maccora «Più attenzione alle parole usate nelle sentenze»

L’intervista al Corriere della Sera a cura di Fiorenza Sarzanini, 14 marzo 2019
Romania.

Crisi dello Stato di diritto in Romania

La dichiarazione di Medel (Magistrats Européens pour la Démocratie et Les Libertés) sulla crisi dello stato di diritto in Romania e sulle riforme avviate nel 2017 che mettono a rischio l’indipendenza del sistema giudiziario e l’azione di contrasto al fenomeno della corruzione
Rassegna.

Mariarosaria Guglielmi: «Difendiamo i diritti, non siamo avversari politici del Governo»

L’intervista a Il Manifesto, 5 marzo 2019