Media

La richiesta di rettifica al "Foglio"

"Notizie non vere nell'articolo del direttore Claudio Cerasa"

Pubblichiamo di seguito la richiesta di rettifica inviata dal presidente di Md, Carlo De Chiara, al direttore de "Il Foglio" in merito all'articolo "Chissà che direbbe Montesquieu dell’ultimo colpo di genio di Md", che contiene notizie non vere su Magistratura democratica.

------------------------------------

Egregio direttore,

Le scrivo in merito all'articolo da lei firmato, Chissà che direbbe Montesquieu dell’ultimo colpo di genio di Md, pubblicato nell’edizione de “Il Foglio” del 14 gennaio 2015, nella rubrica lettere al direttore.

L'articolo citato contiene notizie non vere. Più precisamente, lei attribuisce allo statuto di Md le seguenti frasi: «Md (cito dal suo statuto) è una “componente del movimento di classe”, che nasce per dare vita a una “giurisprudenza alternativa che consiste nell’applicare  fino alle loro estreme conseguenze i principî eversivi dell’apparato normativo borghese” attraverso “l’interpretazione evolutiva del diritto”».

L'affermazione non è vera perché lo statuto di Md non contiene alcuna di queste frasi, come facilmente verificabile nel nostro sito (qui lo statuto)

Né, come potrà constatare, quelle frasi sono rintracciabili negli obiettivi dell'associazione che trova qui

Per il resto, posso rassicurarla che la separazione dei poteri e l’indipendenza della giurisdizione sono tra le cose che più ci stanno a cuore. Così come abbiamo ben chiara la distinzione tra partecipazione al dibattito politico, specie in materia costituzionale, e politica partitica. La seconda, può essere utile ribadirlo, non ha nulla a che fare con gli scopi della nostra associazione.

Le chiedo dunque di voler provvedere, ai sensi dell’art. 8 Legge 47/1948, alla rettifica di quanto riportato nel citato articolo nella collocazione prevista dalla legge e con risalto analogo a quello riservato al brano giornalistico cui la rettifica si riferisce. 

La ringrazio.

Cordiali saluti,

Carlo De Chiara, presidente di Magistratura Democratica


(15 gennaio 2016)

15 gennaio 2016
Ultimi articoli
Magistrati e avvocati

Dialogare non è un optional, ma un dovere

di Mariarosaria Guglielmi
Contro i rischi della deriva populista, il confronto e il dialogo sui temi della giurisdizione costituiscono un percorso obbligato, per costruire un argine a difesa del nostro sistema di diritti e di garanzie
27 gennaio 2020

Giornata della memoria

Il ricordo del passato per capire il presente
Dichiarazione MEDEL

La Commissione europea per la tutela dello stato di diritto in Polonia

A causa dell’aggravarsi della situazione della giurisdizione in Polonia, MEDEL valuta positivamente la decisione della Commissione europea di chiedere alla Corte di Giustizia Ue l’adozione di provvedimenti provvisori nella procedura di infrazione
Garanzie e processo penale

Riccardo De Vito: «Il diritto di difesa è la garanzia del giusto processo»

Contraddittorio e diritto di difesa non sono degli inutili orpelli, ma i cardini del sistema costituzionale garantista
Il “caso Calabria”

Le risposte che servono alla Calabria

di Stefano Musolino
Con dolo o con colpa, si alimenta il messianismo della repressione penale, torcendola a finalità che le sono estranee e perdendo così di vista l’essenza dei problemi economici e culturali che sono la causa della pervicace resistenza della ‘Ndrangheta
Coltivazione domestica

Il ripensamento della Cassazione

di Riccardo De Vito
Con una recente pronuncia, le Sezioni Unite della Cassazione hanno ritenuto non punibili penalmente le attività di coltivazione di stupefacenti di minime dimensioni, svolte in forma domestica e destinate in via esclusiva all’uso personale del coltivatore