Pillole

Il caso Fiat...Ma insomma

di G. Palombarini

di Giovanni Palombarini

"Insomma. E’ avvenuto che una sentenza ha sancito che il licenziamento da parte della Fiat di tre operai, delegati o iscritti alla Fiom, è stata una rappresaglia antisindacale; e che all’ordine di reintegro dei tre la Fiat ha risposto signornò.

Avviene inoltre che Maurizio Landini vada ripetendo in ogni sede, senza che nessuno lo smentisca, che dalle riassunzioni nello stabilimento di Pomigliano gli iscritti alla Fiom sono costantemente esclusi. Ma insomma.

E’ possibile che rispetto a tali fatti, che violano anche principi fondamentali della Costituzione, nessuno abbia nulla da ridire? Neppure chi ha nel nostro ordinamento un ruolo essenziale di garanzia?

30 marzo 2012
Ultimi articoli
Polonia

Encj: il Consiglio di Giustizia (KRS) non è un'istituzione indipendente

Le riforme della giustizia hanno prodotto una crisi sistemica dello Stato di diritto. Il KRS non è in grado di sostenere il sistema giudiziario nell’esercizio indipendente della giurisdizione
Per Pasquale Sibilia

Formidabili quegli anni

di Carlo Sorgi
Un ricordo di Pasquale Sibilia da parte di un suo uditore
Rassegna

De Vito: «Da Salvini parole quasi eversive. Il consenso popolare? Non ci riguarda»

Parla il presidente di Magistratura democratica, Riccardo De Vito (Il Dubbio)
Rassegna

Osservatorio giustizia

Conversazione con Mariarosaria Guglielmi, segretaria di Magistratura democratica (Radio Radicale)
Per Graziana Calcagno

In ricordo di una giudice minorile

di Camillo Losana
Preparata e colta, protagonista di quella cultura che rovesciava l’ottica “segregazionista” e “difensivistica” della cosiddetta ri-educazione e correzione dei minori per affermare i loro diritti, riassumibili nel diritto alla educazione
Carceri

La controriforma gialloverde delle carceri

di Riccardo De Vito
Domina la cifra giustizialista della maggioranza. Eliminate le norme sulle misure alternative al carcere e per l'integrazione dei detenuti stranieri (Il Manifesto)