Catania

Solidarietà ad Alberto Leone

"Si faccia luce su intimidazioni"

Md Catania esprime vicinanza, stima e solidarietà ad Alberto Leone, presidente del Tribunale di Gela, in relazione alla notizia della esplosione di alcuni colpi di arma da fuoco al portone della sua abitazione, nei giorni scorsi.

Alberto Leone è un conoscitore attento dell’articolata realtà della criminalità, organizzata e non, della Sicilia sud-orientale, avendo celebrato numerosi e complessi processi quale presidente della Corte d’Assise di Siracusa, del Tribunale penale di Caltagirone e da ultimo quale presidente del Tribunale di Gela, realtà di “frontiera” – quest’ultima – nella quale si distingue per il suo intenso impegno organizzativo, anche a fianco e a sostegno dei tanti magistrati “di prima nomina” che si avvicendano in quella sede, tra difficoltà logistiche, vuoti periodici di organico e affari giudiziari non semplici.

Auspichiamo che si faccia luce sulla matrice del gesto intimidatorio e siamo certi che i magistrati del Tribunale e della Procura di Gela continueranno a rappresentare un punto di riferimento della comunità locale nel contrasto alle varie forme di illegalità del territorio.  

Simona Ragazzi, segretario Md Catania
19 luglio 2012
Ultimi articoli
Immigrazione

Dichiarazione di Medel (Magistrats européens pour la démocratie et les libertés) sulle attività di soccorso in mare e il decreto sicurezza-bis

Di fronte alle scelte degli stati membri che sono in aperto conflitto con i valori sui quali l’Unione si fonda, l’Europa deve rimanere fedele alla sua storia e alla sua identità e adottare con urgenza una politica in materia di immigrazione per garantire la  tutela effettiva dei diritti di tutte le persone, che rappresenta un  limite invalicabile per  tutti i governi e i legislatori nazionali
Rassegna

«Il diritto alla vita vale meno di un ordine al governo»

«Il decreto sicurezza bis trascina il nostro Paese in un mondo capovolto rispetto al progetto costituzionale democratico dell’Italia repubblicana», dice il presidente di Magistratura democratica Riccardo De Vito.
(Il Manifesto, 7 agosto 2019)
Rassegna

«Csm, il sorteggio non può garantire il pluralismo»

di Giulia Marzia Locati
Pubblicato da il Fatto Quotidiano del 12 luglio 2019
Rassegna

«Ma il sorteggio mortifica il Csm»

Lettera di Mariarosaria Guglielmi al direttore de la Repubblica
Rassegna

Lo scandalo al Csm e le buone ragioni dell’associazionismo dei magistrati

di Gaetano Azzariti
Pubblichiamo articolo tratto dal il manifesto del 21 giugno 2019
In ricordo

L’attualità dell’insegnamento e della testimonianza di Salvatore Senese

di Edmondo Bruti Liberati
In tutte le sue diverse esperienze di “magistrato impegnato” ha mostrato come la fermezza sui valori e sulle idee debba unirsi all’ascolto e al confronto rifuggendo sempre da ogni settarismo