CG Catanzaro, notificato il ricorso

"Convinti della fondatezza"

E' stato notificato ieri il ricorso avverso la delibera assunta dal Consiglio giudiziario di Catanzaro che ha rifiutato l'ingresso in consiglio di Vincenzo Luberto, quale subentrante alla collega eletta nella lista di Area, e disposto l'ingresso di altro collega, primo dei non eletti per numero di voti ma supportato da altra lista.

Siamo convinti della fondatezza del ricorso, che trova solide basi anche in delibere consiliari, e della necessità che la composizione del consiglio giudiziario rispetti le logiche di democrazia e di rappresentanza (logiche che si sostanziano nel voto per liste contrapposte) e la volontà espressa dal voto dei colleghi del distretto.

Il ricorso, che trova l'appoggio diretto di tutti i colleghi del distretto interessato che si riconoscono in Area, è sostenuto con convinzione da Magistratura democratica e Movimento per la giustizia-Art.3, che hanno contribuito anche economicamente alla presentazione dell'impugnazione.

Confidiamo che il Consiglio giudiziario di Catanzaro possa tornare rapidamente ad operare secondo una corretta rappresentanza delle posizioni ideali presenti nel distretto.

Valerio Fracassi e Luigi Marini

(17 ottobre 2012)

 

17 ottobre 2012
Ultimi articoli
Polonia

Encj: il Consiglio di Giustizia (KRS) non è un'istituzione indipendente

Le riforme della giustizia hanno prodotto una crisi sistemica dello Stato di diritto. Il KRS non è in grado di sostenere il sistema giudiziario nell’esercizio indipendente della giurisdizione
Per Pasquale Sibilia

Formidabili quegli anni

di Carlo Sorgi
Un ricordo di Pasquale Sibilia da parte di un suo uditore
Rassegna

De Vito: «Da Salvini parole quasi eversive. Il consenso popolare? Non ci riguarda»

Parla il presidente di Magistratura democratica, Riccardo De Vito (Il Dubbio)
Rassegna

Osservatorio giustizia

Conversazione con Mariarosaria Guglielmi, segretaria di Magistratura democratica (Radio Radicale)
Per Graziana Calcagno

In ricordo di una giudice minorile

di Camillo Losana
Preparata e colta, protagonista di quella cultura che rovesciava l’ottica “segregazionista” e “difensivistica” della cosiddetta ri-educazione e correzione dei minori per affermare i loro diritti, riassumibili nel diritto alla educazione
Carceri

La controriforma gialloverde delle carceri

di Riccardo De Vito
Domina la cifra giustizialista della maggioranza. Eliminate le norme sulle misure alternative al carcere e per l'integrazione dei detenuti stranieri (Il Manifesto)