Md: solidarietà a Lia Sava

di Luigi Marini e Piergiorgio Morosini
"Allarma violazione suo ufficio"

PALERMO - La notizia dell’accesso abusivo da parte di ignoti nell’ufficio di Lia Sava all’interno della procura della Repubblica di Palermo è un fatto che allarma.

Accanto alla nostra solidarietà a Lia, vogliamo ricordare che sono in gioco non solo la riservatezza e l’efficacia delle indagini delicatissime che ella conduce, ma anche la sua sicurezza personale e professionale, la sua serenità durante il lavoro che svolge, la stessa immagine della funzione giudiziaria e della magistratura.

Siamo sicuri che le autorità competenti faranno presto luce su un episodio dai contorni poco chiari e individueranno le misure necessarie perché fatti simili non abbiano a ripetersi.

Luigi Marini e Piergiorgio Morosini  

18 novembre 2011
Ultimi articoli
Ricordando Walter.

Nessuno muore sulla terra finché vive nel cuore di chi resta

Oggi al duomo di Monza una folla di donne e di uomini ha salutato Walter Mapelli, Procuratore della Repubblica di Bergamo che ci ha lasciato l’8 aprile, dopo una lunga malattia
Polonia.

Il messaggio dei giudici polacchi aderenti a Iustitia

La testimonianza dell’impegno a contrastare la crisi dello Stato di diritto
21 marzo: Giornata della Memoria e dell’Impegno per le vittime di mafie.

Dare un senso all’impegno

di Stefano Musolino
Un giorno per rammentare il senso dell’operare e gettare nuove basi per una più efficace azione di contrasto alle mafie
Rassegna.

Ezia Maccora «Più attenzione alle parole usate nelle sentenze»

L’intervista al Corriere della Sera a cura di Fiorenza Sarzanini, 14 marzo 2019
Romania.

Crisi dello Stato di diritto in Romania

La dichiarazione di Medel (Magistrats Européens pour la Démocratie et Les Libertés) sulla crisi dello stato di diritto in Romania e sulle riforme avviate nel 2017 che mettono a rischio l’indipendenza del sistema giudiziario e l’azione di contrasto al fenomeno della corruzione
Rassegna.

Mariarosaria Guglielmi: «Difendiamo i diritti, non siamo avversari politici del Governo»

L’intervista a Il Manifesto, 5 marzo 2019