Seminario

A cosa serve la Corte di cassazione?

Organizzato da
Ordine degli avvocati di Roma
Dipartimento Centro Studi - Formazione e Crediti Formativi
Progetto Diritto Fallimentare e Procedure Concorsulali ed OCC
Struttura procedure concorsuali e sovraindebitamento
e
Questione Giustizia

 

Lunedì 16 aprile 2018 - ore 15.30-18.30
Roma, Piazza Cavour - Palazzo Giustizia, Aula Avvocati

 

Indirizzi di saluto
Avv. Mauro Vaglio
Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma
Avv. Maria Agnino
Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Roma
Responsabile Progetto Diritto Fallimentare e Procedure Concorsuali
Introduce
Dott. Renato Rordorf
già Primo Presidente aggiunto della Corte di cassazione
direttore di Questione Giustizia
Coordina
Avv. Prof. Antonio Caiafa
Responsabile scientifico
Diritto delle Procedure Concorsuali – Università Jean Monnet di Bari
Relazioni
I Protocolli ed il dovere di sinteticità
Dott. Antonello Cosentino
Consigliere della Corte di cassazione
La Sezione semplice nel rapporto con le Sezioni unite in relazione ai principi enunciati in campo penale
Dott. Giorgio Fidelbo
Presidente di sezione della Corte di cassazione
Avv. Aldo Minghelli
Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Roma
Il ruolo del Procuratore Generale nel processo civile di legittimità
Dott.ssa Rita Sanlorenzo
Sostituto Procuratore Generale presso la Corte di cassazione
Avv. Corrado De Martini
Gestore OCC Forense di Roma
Domande di iscrizione

Nel limite di 350, si inoltrano mediante prenotazione on-line sul sito www.ordineavvocatiroma.it. Nella home page clicca sulla destra formazione professionale, accedi alla tua area riservata, inserendo il tuo user id e la tua password. Clicca su prenotazione eventi, scegli dalla lista eventi quello di tuo interesse, selezionandolo poi con prenota evento. Riceverai risposta immediata via mail e/o conferma alla prenotazione stampabile su ”Stampa prenotazione”.

 

Crediti formativi

Ai partecipanti verranno riconosciuti 3 crediti formativi ordinari
I crediti formativi ed il relativo attestato per gli eventi organizzati dall’Ordine, verranno inseriti automaticamente sull’area personale

 

La rilevazione automatica delle presenze sarà effettuata esclusivamente tramite il tesserino professionale aggiornato provvisto di codice a barre, non oltre mezz’ora dopo il previsto inizio e non prima degli ultimi dieci minuti rispetto al previsto orario di fine dell’evento.

 

INFO

centrostudi@ordineavvocati.roma.it
Palazzo di Giustizia Piazza Cavour – 00193 Roma
tel. 06.684741

4 aprile 2018
Ultimi articoli
Immigrazione

Dichiarazione di Medel (Magistrats européens pour la démocratie et les libertés) sulle attività di soccorso in mare e il decreto sicurezza-bis

Di fronte alle scelte degli stati membri che sono in aperto conflitto con i valori sui quali l’Unione si fonda, l’Europa deve rimanere fedele alla sua storia e alla sua identità e adottare con urgenza una politica in materia di immigrazione per garantire la  tutela effettiva dei diritti di tutte le persone, che rappresenta un  limite invalicabile per  tutti i governi e i legislatori nazionali
Rassegna

«Il diritto alla vita vale meno di un ordine al governo»

«Il decreto sicurezza bis trascina il nostro Paese in un mondo capovolto rispetto al progetto costituzionale democratico dell’Italia repubblicana», dice il presidente di Magistratura democratica Riccardo De Vito.
(Il Manifesto, 7 agosto 2019)
Rassegna

«Csm, il sorteggio non può garantire il pluralismo»

di Giulia Marzia Locati
Pubblicato da il Fatto Quotidiano del 12 luglio 2019
Rassegna

«Ma il sorteggio mortifica il Csm»

Lettera di Mariarosaria Guglielmi al direttore de la Repubblica
Rassegna

Lo scandalo al Csm e le buone ragioni dell’associazionismo dei magistrati

di Gaetano Azzariti
Pubblichiamo articolo tratto dal il manifesto del 21 giugno 2019
In ricordo

L’attualità dell’insegnamento e della testimonianza di Salvatore Senese

di Edmondo Bruti Liberati
In tutte le sue diverse esperienze di “magistrato impegnato” ha mostrato come la fermezza sui valori e sulle idee debba unirsi all’ascolto e al confronto rifuggendo sempre da ogni settarismo