Beni comuni, un manifesto

dalla presentazione del segretario di Md Bari, Giovanni Zaccaro

Carissimi

Come annunciato nell’ultima riunione, MD Bari inaugura un ciclo di presentazione di libri e dibattiti presso la libreria Laterza.

Cominciamo con il volume di Ugo Mattei sui Beni comuni.

Si tratta di una categoria giuridica di grande attualità sulla quale tanti, a partire da Stefano Rodotà,  stanno riflettendo (cfr. Questione Giustizia 5/11). MD non può sottrarsi al dibattito, visto che gran parte della sua giurisprudenza e della sua elaborazione culturale parte dalla riflessione sul concetto e la funzione di proprietà (…il terribile diritto…). I teorici dei beni comuni propugnano il superamento della dicotomia classica bene privato/bene pubblico e studiano una nuova relazione (giuridica e fattuale) fra soggetto e res che consenta l’utilizzo aperto e trasparente delle risorse fondamentali per lo sviluppo della personalità umana (l’acqua, la conoscenza, la rete, l’ambiente, il genoma…)

E’ evidente che si tratta di temi propri di MD e sono contento che proprio noi abbiamo contribuito alla presentazione barese del libro di Mattei.

Vi allego le locandine.

Ci vediamo presso la libreria Laterza giovedi 10 maggio ore 18.

Passate parola se potete.

Giovanni Ciccio Zaccaro

 

10 maggio 2012
Ultimi articoli
Rassegna

«Csm, il sorteggio non può garantire il pluralismo»

di Giulia Marzia Locati
Pubblicato da il Fatto Quotidiano del 12 luglio 2019
Rassegna

«Ma il sorteggio mortifica il Csm»

Lettera di Mariarosaria Guglielmi al direttore de la Repubblica
Rassegna

Lo scandalo al Csm e le buone ragioni dell’associazionismo dei magistrati

di Gaetano Azzariti
Pubblichiamo articolo tratto dal il manifesto del 21 giugno 2019
In ricordo

L’attualità dell’insegnamento e della testimonianza di Salvatore Senese

di Edmondo Bruti Liberati
In tutte le sue diverse esperienze di “magistrato impegnato” ha mostrato come la fermezza sui valori e sulle idee debba unirsi all’ascolto e al confronto rifuggendo sempre da ogni settarismo
In ricordo

Per Salvatore Senese

di MD Toscana
Il vuoto lasciato dalla sua scomparsa non è di quelli che possano essere facilmente colmati. Non lo sarebbe stato in nessuna fase della vita di Magistratura democratica. Ma oggi, con tutto quello che sta succedendo, è facile capire che quel vuoto rimarrà per molto tempo ad ammonirci
In ricordo

Salvatore Senese, la sua lezione di fronte allo squallore di oggi

Proponiamo il brano di Luigi Ferrajoli pubblicato da il manifesto del 18 giugno 2019.

Nelle sue parole, il miglior antidoto alla demagogia di chi chiede il dissolvimento delle associazioni e, così facendo, impedisce un reale cambiamento delle stesse o propone di cambiare tutto per non cambiare niente. (L’Esecutivo nazionale di Magistratura democratica)