Domenica, 24 settembre 2017
Home
Organi rappresentativi
Eventi
Comunicati
La nostra storia
Link
Contatti

  Addio a Stefano RodotĂ 
Il suo messaggio per Md



Stefano Rodotà è stato un Maestro e una guida per Magistratura democratica e per tutta la magistratura italiana.

Pubblichiamo il messaggio inviato per l’assemblea di Md del 19 aprile 2016: le sue parole, l’invito ad essere ancora una presenza vigile, a tener vivo lo spirito critico e autocritico ci hanno indicato la strada per riscoprire “il senso” di Md.

Mariarosaria Guglielmi               Riccardo De Vito

________________________

«Ho assistito alla nascita di Magistratura democratica, ne ho seguito sempre il lavoro, in molte occasioni con una partecipazione diretta e convinta.

Il rinnovamento della cultura giuridica, e non di quella della sola magistratura, deve molto alla riflessione ed alla azione di questo gruppo rigoroso e appassionato.

Della sua storia ho anche avuto modo di discutere con molti suoi protagonisti, che ne hanno proposto una interpretazione niente affatto agiografica. Proprio lo spirito critico e autocritico, lo sguardo largo sulla società e sulla propria funzione, sono particolarmente necessari oggi, in un tempo di regressione culturale che si traduce in un impoverimento della politica, che sta producendo anche pericolose forme di disincanto, di ritirata dalla scena pubblica, proprio nel momento in cui massimo dovrebbe essere l’impegno di tutti per mantenere le condizioni indispensabili per il mantenimento degli equilibri costituzionali.

Non auguro soltanto lunga vita a Magistratura democratica, ma una presenza vigile, indispensabile, come dice il suo nome, per la democrazia di questo Paese».

Stefano RodotĂ , 19 aprile 2016