Organi rappresentativi

Presidente

Riccardo De Vito

Segretario generale

Mariarosaria Guglielmi

Tesoriere

Gabriele Fiorentino

Comitato Esecutivo

È composto dal Segretario generale e da cinque membri, eletti fra i componenti del Consiglio Nazionale ed è presieduto dal Segretario generale.

Il Comitato esecutivo, eletto il 3 dicembre 2016, è composto da:

Mariarosaria Guglielmi
Gabriele Fiorentino
Daniela Galazzi
Giulia Marzia Locati
Letizio Magliaro
Rocco Maruotti

Consiglio nazionale

È composto da dodici consiglieri, sei uomini e sei donne, eletti ogni due anni durante il Congresso.

I componenti del Consiglio nazionale eletti dal XXI Congresso nazionale, tenutosi a Bologna dal 3 al 6 novembre 2016 sono: Mariarosaria Guglielmi, Riccardo De Vito, Gabriele Fiorentino, Giulia Marzia Locati, Daniela Galazzi, Letizio Magliaro, Lucia Vignale, Giuseppe Marseglia, Rocco Maruotti, Loredana Giglio, Elisabetta Tarquini, Gaetano Paci.

I Segretari generali e Presidenti di Magistratura democratica

Anno
Segretario generale
Presidente
1964
Federico Governatori
(luglio 1964)
 
1965
Adolfo Beria d’Argentine
Eugenio Zumin
1969
Generoso Petrella
(gennaio 1969)
Eugenio Zumin
(gennaio-marzo 1969)

Lorenzo Scapinelli
(aprile 1969)
1970
Generoso Petrella
Luigi De Marco
1972
Marco Ramat
Luigi De Marco
1977
Salvatore Senese
Giuseppe Borrè
1981
Giovanni Palombarini
Giuseppe Borrè
1986
Franco Ippolito
Giovanni Palombarini
1991
Livio Pepino
Agnello Rossi
1993
Livio Pepino
Gianfranco Gilardi
1996
Vittorio Borraccetti
Gianfranco Gilardi
1998
Vittorio Borraccetti
Livio Pepino
2000
Claudio Castelli
Livio Pepino
2005
Juanito Patrone
Franco Ippolito
2007
Rita Sanlorenzo
Edmondo Bruti Liberati
2010
Piergiorgio Morosini
Luigi Marini
2013
Anna Canepa
Luigi Marini
2015
Anna Canepa
Carlo De Chiara
2016
Mariarosaria Guglielmi
Riccardo De Vito
Ultimi articoli
Ordinamento penitenziario

Senza paura. Nel nome della sicurezza e dei diritti si approvi la riforma

L’appello di Md e Antigone a tutte le forze politiche
Diritto di asilo

Il diritto di difesa non è uguale per tutti

di Silvia Albano* e Riccardo De Vito**
La previsione dell’audizione del richiedente asilo senza l’assistenza del suo avvocato difensore non solo lede gravemente il diritto di difesa della parte, tutelato dall’art 24 della Costituzione, ma rischia anche di rendere meno efficace e rilevante la stessa audizione del richiedente
Ordinamento penitenziario

Appello al governo

Pubblichiamo il testo di un appello sottoscritto da diverse associazioni in rappresentanza dei mondi dell’università, dell’avvocatura, della magistratura e del volontariato, nonché da autorevoli giuristi e da personalità della società civile. L’appello, indirizzato al Governo, auspica l’approvazione definitiva della riforma penitenziaria, in attuazione delle delega conferita con la l. n. 103/2017. La riforma, giunta a un passo dal varo definitivo con l’approvazione dello schema di decreto legislativo, rischia ora una definitiva battuta d’arresto per via della fine della legislatura.
Rassegna

Una riforma meditata. Non una svuotacarceri

R. De Vito: «Una legge che ridà alla magistratura di sorveglianza la sua autonomia decisionale e il ruolo di garanzia sancito dall’art. 27 della Costituzione» (Il Dubbio)
Ordinamento penitenziario

Per una riforma necessaria

di Riccardo De Vito
Domani, 22 febbraio 2018, il Consiglio dei Ministri deciderà le sorti della riforma penitenziaria. Nell’auspicare la sua approvazione nella versione originale, pubblichiamo i lavori della Commissione che ha predisposto lo schema di decreto delegato approvato il 22 dicembre 2017
Consiglio superiore della magistratura

Soggetti soltanto alla legge. I magistrati e le carriere

di Riccardo De Vito
Riemergono le carriere all’interno del corpo professionale e, con queste, l’imprinting verticale della magistratura. Ne risentono l’autonomia della giurisdizione e, al dunque, l’uguaglianza delle persone davanti alla legge. Occorre studiare la patologia per formulare prognosi e trovare antidoti