Tutti gli ospiti e i relatori

Congresso 2013

Tutti gli ospiti e i relatori

di Esecutivo di Magistratura Democratica
Attesi Severino, Vietti, Lupo, Ciani, Sabelli, Onida, Camusso, Orlando

GIOVEDI' 31 AL VIA IL CONGRESSO DI MD: TRA GLI OSPITI SEVERINO, VIETTI, SABELLI, ONIDA, CIANI, LUPO, ORLANDO, CAMUSSO, ANGELETTI 

ROMA, 28 Gennaio 2013 - Mancano tre giorni al XIX Congresso nazionale di Magistratura Democratica "La giustizia al tempo della crisi", che si terrà a Roma (Centro Frentani) dal 31 Gennaio al 3 Febbraio.

Quattordici documenti congressuali al centro dei lavori, con riflessioni su carcere; economia, diritti e lavoro; pm; magistratura e politica; Europa; formazione, autogoverno, immigrazione; e organizzazione degli uffici giudiziari. Non mancheranno diversi momenti di confronto con la società e la politica, grazie all'intervento di ospiti e relatori esterni.  

Nella prima giornata dei lavori - che sarà aperta alle 17.30 dalla relazione introduttiva del Comitato Esecutivo Nazionale - interverranno il Ministro della Giustizia Paola Severino, il Procuratore Generale della Corte di Cassazione Gianfranco Ciani, il Responsabile Giustizia del Partito Democratico Andrea Orlando, il Segretario Generale di Unicost Marcello Matera, il Segretario Generale della Uil Luigi Angeletti.

Due i temi principali al centro della seconda giornata: lavoro e carcere. Al dibattito generale che si terrà dalle 10.30 alle 13.30, parteciperanno il Vicepresidente del CSM Michele Vietti, il Segretario Generale della Cgil Susanna Camusso, il Presidente della Scuola Superiore della Magistratura Valerio Onida, il Presidente dell'Unione Camere Penali Avv. Valerio Spigarelli, il Presidente dell'Anm Rodolfo Sabelli . 

Il pomeriggio, dalle 15 alle 17, sarà dedicato a due tavole rotonde: "Economia, lavoro e diritti" e "Diritto penale, pena, carcere". Nella prima interverranno: Stefano Rodotà, giurista e accademico; Silvana Sciarra, Docente di Diritto del Lavoro - Università di Firenze; Pier Virginio Dastoli, Presidente Consiglio Italiano Movimento Europeo (CIME); NinoGalloni, economista; Roberto Rordorf, magistrato. Nella seconda prenderanno la parola: Luigi Pagano, Vicecapo Dipartimento Amministrazione Penitenziaria (DAP); Mauro Palma, Vicepresidente del Consiglio Europeo per la cooperazione nell'esecuzione penale; Mario Marazziti, Comunità Sant'Egidio; Franco Corleone, già Sottosegretario alla Giustizia e Garante dei diritti dei detenuti; Franco Maisto, magistrato; Patrizio Gonnella, Presidente Antigone. Nel dibattito successivo ha assicurato un suo intervento Luigi Ferrajoli, giurista e accademico.

All'ultima sessione pubblica dei lavori (sabato 2 febbraio) parteciperanno: Carlo Smuraglia, Presidente ANPI; Ernesto Lupo, primo presidente della Corte dei Cassazione; Laura Liberto, Cittadinanza Attiva; Nicola Di Grazia, Segretario Generale Movimento per la Giustizia Articolo 3; Leopoldo Grosso, vicepresidente Gruppo Abele: Danilo Chirico, presidente associazione Da Sud. 

I lavori proseguiranno nella giornata di Domenica 3 febbraio con l'elezione dei componenti del nuovo Consiglio Nazionale di Magistratura Democratica.          

Eventuali variazioni al programma saranno tempestivamente comunicate     

---------------

Si ricorda ai giornalisti che le richieste di accredito dovranno pervenire all'indirizzo congresso@magistraturademocratica.it 

La sede del congresso è: CENTRO CONGRESSI FRENTANI - VIA DEI FRENTANI, 4 ROMA

 

Contatti Ufficio Stampa

Pasquale Notargiacomo

+39.320.86.03.957

Mauro Grande

+39.329.25.07.631

stampa@magistraturademocratica.it

congresso@magistraturademocratica.it

 

 

28/01/2013

Articoli Correlati

Presentazione di

"Per Motivi di Giustizia" - di Marco Omizzolo (People Editore)


Magistratura democratica – Baobab Experience e Arci nazionale invitano alla presentazione dell’ultimo libro di Marco Omizzolo Per motivi di giustizia(People editore)

Eventi

Assemblea Aperta - Vibo Valentia

 

ASSEMBLEA APERTA

Giovedì 9 giugno - ore 16.30


Aula “Emilio Sacerdote”

Tribunale di Vibo Valentia  

Penale

A margine di un processo per tortura


Il 20 aprile 2022  il Giudice per l’udienza preliminare presso il Tribunale di Torino ha disposto il rinvio a giudizio di ventidue persone, tra essi numerosi operatori dell’amministrazione penitenziaria accusati tra l’altro del delitto di tortura, commesso, stando all’accusa, in danno di persone detenute nel carcere di Torino; 

Video

Nel campo di San Ferdinando


Il 18 dicembre 2021 un gruppo di magistrati calabresi si è recato in visita alla cosiddetta Nuova Tendopoli di San Ferdinando, in provincia di Reggio Calabria), nel circondario giudiziario di Palmi, vicino a Gioia Tauro.

Le riflessioni di Magistratura democratica

Manifestazioni degli studenti: non solo ordine pubblico


Magistratura democratica è un’associazione di magistrati che fa del suo interrogarsi su quale sia il modo migliore di dare difesa ai diritti la sua carta d’identità. In quest’ottica si propone di analizzare i fenomeni che accadono e di dare voce ai conflitti sociali, prima che si trasformino in processi, proprio al fine di evitare che il processo si traduca solo in luogo di distribuzione di colpe e di ragioni.


Ed allora, alla notizia degli scontri in piazza, tra giovani e giovanissimi e le forze dell’ordine, ci è sembrato giusto interrogarci in modo composito e non solo tra di noi.

Comunicati

Magistratura democratica aderisce alla manifestazione contro la guerra


Ci uniamo ai pacifisti italiani e di tutto il mondo

Referendum e CDC

ANM: la responsabilità della rappresentanza


Magistratura democratica esprime profondo rammarico per gli esiti del CDC dell’ANM del 5 e 6 febbraio 2022.

Comunicati

Il sollecito di Mattarella


La dirigenza di Magistratura democratica guarda con rispetto e attenzione alle indicazioni che il Presidente della Repubblica ha riservato al mondo della giustizia.

Ordinamento

Giù le mani dal CSM


Colleghe e colleghi,
A febbraio sono al vaglio della Consulta, tra gli altri, i referendum sulla responsabilità civile dei magistrati e sulla separazione delle carriere.
Il Consiglio di Stato azzera, una settimana prima della inaugurazione dell’anno giudiziario, le nomine dei vertici della Cassazione (non della sezione distaccata del Tribunale di Vigata, tanto per mantenere un po’ di sana autoironia, in un momento, però, tutt’altro che semplice).