I diritti umani e l'Unione

Europa

I diritti umani e l'Unione

di Esecutivo di Magistratura Democratica
Md Europa si presenta

ROMA - In vista della giornata studiodel 26 ottobre a Roma, dal titolo "Carta dei diritti fondamentali e ruolo del giudice nazionale nello spazio europeo di Cittadinanza",(LEGGI IL PROGRAMMA) Valeria Piccone, coordinatrice di Md Europa, ripercorre il processo di formazione del diritto europeo che ha portato al Trattato di Lisbona. Un campo in cui l'attività di Md ha sempre cercato di tutelare "l'internazionalizzazione dei diritti umani" con la compatibilità tra il sistema interno e quello sovranazionale. Il fulcro del nostro lavoro, spiega Valeria Piccone, è stato "il ruolo del giudice ordinario come organo di base dello spazio giudiziario europeo".

Internazionalizzazione dei diritti umani. "I diritti umani, commenta la coordinatrice del gruppo Europa, "hanno assunto una centralità nel panorama giuridico mondiale, al punto da sganciarsi dal semplice quadro nazionale". Md si è confrontata con quella che è stata definita da Habermas, "Il luogo privilegiato della speranza umana": da quando l'Europa si è affrancata da una vocazione prettamente "mercantile" per accentuare invece, la tutela dell'individuo.

L'attività del gruppo Europa. Per questo, continua Valeria Piccone, "abbiamo sempre cercato di accompagnare i colleghi nel confronto con un universo che supera quello dei confini statali". Particolare risalto è stato dato al ruolo del giudice ordinario. "Il suo è un grande impegno per adeguare il diritto nazionale a quello europeo. La centralità dei diritti si affianca, infatti, alla necessità di rendere compatibile il diritto interno con quello dell'Unione, che, di fatto, è diventata il paladino dei diritti".

Tra gli appuntamenti organizzati dall'associazione ha acquisito particolare importanza il workshop di Venezia, un appuntamento ormai annuale, mentre è sempre più attiva la  partecipazione  all'Osservatorio sul rispetto dei diritti fondamentali in Europa (http://www.europeanrights.eu/).

25/10/2011

Articoli Correlati

da "Il Dubbio"

Proteggere la vita e la libertà: anche in guerra il diritto ha voce in capitolo


Nel mezzo del dibattito sul conflitto in Ucraina, serve una presa di posizione forte delle magistrature europee associate che richiami l’Europa alle sue responsabilità: pace e giustizia

Eventi

Le ragioni degli studenti oltre paternalismo e repressione


Le ragioni degli studenti oltre paternalismo e repressione
Mercoledì 6 aprile 2022, ore 16.30
Sede Associazione "Volere la Luna", Via Trivero 16 Torino

Sarà possibile seguire l’incontro in diretta streaming sul canale Youtube di Magistratura democratica (https://www.youtube.com/user/MagistraturaDem

Iniziativa della dirigenza nazionale di Magistratura democratica

La gestione dell’infermità psichica nel procedimento penale


Le problematiche, giuridiche e operative, della gestione dell’infermità psichica nel procedimento penale, sia nella fase cautelare che in quella processuale - problematiche efficacemente riassunte e argomentate nella recente sentenza della Corte costituzionale n. 22 del 27 gennaio 2022 - sono ampiamente note a tutti gli operatori del diritto. 

Eventi

Lavoro povero e salario minimo


Lavoro povero e salario minimo


Venerdì 25 marzo 2022, ore 15.00


Corte di cassazione, Aula Giallombardo, 2° piano

Dialoghi sulla giustizia

A proposito di Referendum

Sono nove, ad oggi, le richieste di referendum al vaglio della Cassazione e della Corte costituzionale: sei di questi in particolare riguardano argomenti in materia di giustizia, pur molto eterogenei tra loro. La possibilità della sottoscrizione telematica ha ovviamente incentivato il ricorso al mezzo, e con ogni probabilità, si ripeteranno in futuro le occasioni di consultazione popolare sui temi più svariati. Diviene essenziale un’informazione capillare ed una discussione franca che possa evidenziare i risvolti effettivi di un voto che si può esprimere solo con un sì o con un no. Magistratura democratica non si sottrae al dovere di fornire il suo contributo.