Il presidente "inaugura" il sito

di Esecutivo di Magistratura Democratica
"Coniugare storia Md con attualità"

ROMA -  Il bisogno di essere presenti e di "coniugare" la propria storia con l'attualità e con le esigenze di una magistratura moderna. Così Luigi Marini, presidente di Magistratura Democratica, spiega la nascita del nuovo sito della nostra associazione. Ci proponiamo, dice Marini, di "utilizzare le nuove tecnologie per veicolare i nostri contenuti e per rinnovare anche il nostro rapporto con gli utenti e gli interlocutori esterni".

Uno strumento multilivello, che consentirà, inoltre, secondo il presidente di Md, "un rapporto diretto con tutte le articolazioni del gruppo". L'obiettivo, continua Marini, è quello di "un dialogo vero con l'esterno, vogliamo costruire uno spazio dove le persone interessate ai nostri temi possano trovare delle risposte". Questa scelta, d'altronde si inserisce nella tradizione di un gruppo che per primo si è aperto alla società civile.

"Pensiamo", conclude Marini,  "che il nuovo sito possa rispondere al quelle stesse esigenze di apertura e di dialogo", e che sia utile per mettere a disposizione di tante persone un "patrimonio di conoscenze e un pensiero che si è sempre saputo rinnovare".

12/07/2011

Articoli Correlati

venerdì 14 maggio 2021, ore 16:30/18:30

"Il nocchiere... in gran tempesta": il giudice e la giustizia del lavoro fra testo normativo e contesto culturale

A partire dalle ore 16:30 di venerdì 14 maggio 2021, su piattaforma Zoom, si è tenuto il Webinar organizzato da Magistratura democratica e Questione Giustizia, dedicato ai temi del giudice e della giustizia del lavoro.

Festa della Liberazione

Perché il 25 aprile ci è indispensabile

Da sempre il senso di questa ricorrenza va oltre la volontà di ricordare la Liberazione dal nazifascismo. Ribadire la forza di principi fondamentali quali la libertà e la giustizia è una necessità ed un momento di “ricostruzione”, che passa anche dalla condivisione di valori, e da una giornata che li celebri.

Dichiarazioni della Segretaria generale di Md

Vaccini: la magistratura deve dimostrare unità con il Paese

In un momento in cui è urgente porre rimedio alle iniquità causate da scelte di alcune regioni di dare precedenza a categorie diverse da quelle più deboli ed esposte, senza arretrare minimamente rispetto alle richieste di interventi necessari per “mettere in sicurezza” la giustizia e tutti gli operatori di giustizia, la magistratura deve dimostrare di essere e di sentirsi parte della nostra comunità, e partecipe del senso di solidarietà e di unità che, soprattutto in questo momento, deve sostenerla.

Giornata dell'otto marzo

L’eguaglianza di genere: un test per la democrazia

La giornata dell’otto marzo ci richiama ad una riflessione non formale sui diritti e sulla democrazia.

venerdì 26 marzo 2021, ore 16:30/19:00

In mezzo al fango e alla neve: la rotta balcanica fuori e dentro i tribunali

A partire dalle ore 16:30 di venerdì 26 marzo 2021, su piattaforma Zoom, si è tenuto il Webinar organizzato da Magistratura democratica, dedicato ai temi della Rotta balcanica.

venerdì 12 marzo 2021, ore 16:00/18:00

Trattamento rieducativo e giustizia riparativa: per una nuova penalità

A partire dalle ore 16:00 di venerdì 12 marzo 2021, su piattaforma Zoom, si è tenuto il Webinar organizzato dalla Sezione di Firenze di Magistratura democratica, dedicato ai temi del Trattamento rieducativo e della giustizia riparativa.

venerdì 19 febbraio 2021, ore 16:00/18:00

Diritto e genere: dal pregiudizio all’orgoglio

A partire dalle ore 16:00 di venerdì 19 febbraio 2021, su piattaforma Teams, si è tenuto il seminario organizzato da Magistratura democratica, dedicato ai rapporti tra genere e diritto.

Anniversari

Buon compleanno, Antigone!

Gli auguri di Magistratura democratica all'associazione Antigone, in occasione del suo trentesimo anniversario.

Sul libro-intervista di Sallusti e Palamara

Per non falsificare la storia della giurisdizione

Il libro-intervista di Alessandro Sallusti e Luca Palamara amputa ed omette una parte importante della storia della Magistratura e riduce una stagione complessa ad una vicenda “emblematica” dell’aggressione portata per via giudiziaria a presunti avversari dalla magistratura “politicizzata”, rappresentata da Md. Così facendo, si persegue il fine di riabilitare singoli protagonisti interessati da quelle vicende e si attenta al cuore di un valore essenziale per la tenuta della democrazia: la fiducia nell’imparzialità della giurisdizione, quale strumento di tutela dei diritti e delle garanzie, e nel suo ruolo di difesa della legalità e dei principi dello Stato di diritto.