Migranti: da dove vengono, cosa li spinge a partire, come viaggiano

Focus Nigeria

Migranti: da dove vengono, cosa li spinge a partire, come viaggiano

di Esecutivo di Magistratura Democratica

Seminari di approfondimento sulle aree di provenienza

Francesco Carchedi, Alessio Locchi, Godwin Chukwu
Coordinamento: Marina Forti, Alessandro Triulzi

 

Roma, 12 marzo 2018 - ore 15-17
Fondazione Basso
Via della Dogana Vecchia, 5 – Roma

 

Negli ultimi anni il flusso di migranti che attraversa il Mediterraneo per raggiungere le coste europee viene rappresentato con le proporzioni di una “crisi” sempre più imponderabile. Se guardiamo le cifre, le cause, gli effetti, non saremmo di fronte a un fenomeno inspiegabile né ingestibile; e i ripetuti naufragi, come le violenze subite dai migranti lungo il loro percorso, particolarmente in Libia, richiamano la necessità di maggiore urgenza e consapevolezza sulle domande da porre per inquadrare un fenomeno così complesso del mondo contemporaneo.

In questo ciclo di seminari partiremo dal quadro generale di un’intera “umanità in movimento” per ricostruire le aree di origine, le rotte e le modalità di viaggio dei migranti. Con l’aiuto di alcuni esperti e testimoni delle migrazioni, cercheremo di mettere a fuoco le principali regioni di provenienza cercando anche di sfatare miti, come la corrente distinzione tra “rifugiati” e “migranti economici”, per guardare al retroterra e all’intreccio di cause che costringe sempre più persone e gruppi in difficoltà a migrare fuori dal proprio paese.

 

 

Calendario degli incontri

Lunedì 22 gennaio
Incontro introduttivo
Adelaide Massimi, Medu, Marina Forti, Sandro Triulzi

Giovedì 8 febbraio
Afghanistan
Giuliano Battiston, Marina Forti, Morteza Khaleghi

Mercoledì 21 febbraio
Corno d’Africa
Mussie Zerai/Emilio Drudi, Zakaria Mohamed Ali, Sandro Triulzi, Antonio Morone

Lunedì 12 marzo
Nigeria
Francesco Carchedi, Alessio Locchi, Godwin Chukwu

Martedì 20 marzo
Mali-Chad-Niger
Edoardo Baldaro, Camillo Casola, Alessio Locchi

Lunedì 16 aprile
Bangladesh
Mara Matta, Habibul H. Khondker, Arifur Rahman

Giovedì 26 aprile
Politica estera italiana verso le aree di origine
Cristina Ercolessi, Lia Quartapelle, Daniela Pioppi, Pierluigi Valsecchi

 

Gli incontri – aperti al pubblico – sono rivolti agli studenti della Scuola di giornalismo Lelio Basso

07/03/2018

Articoli Correlati

Primo Seminario

“La riforma della giustizia civile”

PRIMO SEMINARIO, 7 marzo 2024 ore 15:30

Il processo di cognizione di primo grado.

Eventi

Un primo bilancio sulla legge 24 novembre 2023 n. 168, in materia di contrasto della violenza sulle donne. Una tutela più efficace per le vittime di violenza o un nuovo irrigidimento simbolico dell’attività di pubblico ministero e giudice?


L’entrata in vigore, il 9/12/2023, della legge 168/2023 che, dopo il “Codice rosso” del 2019, mette nuovamente mano alla normativa penalistica di contrasto alla violenza di genere e alla violenza domestica, ha posto diversi problemi interpretativi e pratici.

Eventi

Consiglio Nazionale Md


Per sabato 3 febbraio 2024, dalle ore 10 alle ore 17.30, presso la Fondazione Basso in Roma (via della Dogana Vecchia n. 5) e con possibilità di collegamento da remoto, è convocato il consiglio nazionale di Magistratura Democratica, in cui si affronterà il tema: I criteri di selezione dei direttivi e dei semidirettivi da parte del CSM tra discrezionalità e trasparenza delle decisioni: un percorso in cerca di una definizione.

Assemblea nazionale Anm del 26 novembre 2023

Non si può spaccare la magistratura richiamando a sproposito il concetto di imparzialità


Buongiorno a tutti, mi piace esordire in questa assemblea raccogliendo l’invito che in apertura ha fatto il Presidente dell’Anm, Giuseppe Santalucia, quando ha focalizzato l’attenzione sul fatto che gli interventi del Governo in tema di giustizia ma anche alcune esternazioni di esponenti di spicco della maggioranza pongono il tema di una ridefinizione dei confini dei rapporti tra organi della rappresentanza politica e la giurisdizione.

Assemblea nazionale Anm del 26 novembre 2023

Sono un magistrato che viene da una regione remota, il Piemonte


E sono qui, oggi, perché ho due preoccupazioni.