sabato 30 gennaio 2021, ore 15:30/17:30

Il potere e la ribelle. Creonte o Antigone? Un dialogo

Le Sezioni di Catanzaro e di Reggio Calabria di Magistratura democratica organizzano, per il 30 gennaio 2021, un incontro di presentazione via Teams del libro di Livio Pepino e Nello Rossi e, nel solco di una tradizione di apertura alla società, sono liete di invitare quanti siano interessati a partecipare all'evento.

Il 30 gennaio 2021, alle ore 15.30, su piattaforma Teams, gli iscritti delle Sezioni di Magistratura democratica di Catanzaro e di Reggio Calabria incontreranno i colleghi Livio Pepino e Nello Rossi per discutere in merito ai contenuti della loro più recente iniziativa editoriale: "Il potere e la ribelle. Creonte o Antigone? Un dialogo" (Edizioni Gruppo Abele, 2019).

Sarà il Segretario della Sezione di Catanzaro, Emilio Sirianni, a stimolare la discussione con gli autori, a conclusione della quale verrà assicurato un ampio spazio per quanti vorranno intervenire.

Il tema della dialettica autorità-libertà, mai come in questo momento di estrema attualità, in presenza di preoccupanti tendenze ad uno sbilanciamento dell’equilibrio in favore della prima, con evidente rischio per la tenuta del modello dello stato di diritto, è affrontato da Pepino e Rossi ricorrendo ai personaggi della tragedia di Sofocle, che ci insegnano come, a distanza di oltre due millenni, l’uomo manifesta le medesime passioni, incorre negli stessi errori ed è guidato da vizi e da virtù che si ripropongono con analoghe fattezze, a testimonianza che la storia non è altro che la riproposizione di cicli, in ragione della quali certi “mostri” sono pronti a risorgere dalle ceneri in cui l’umanità aveva creduto di averli sepolti per sempre.

Gli autori non hanno certamente bisogno di presentazione, essendo noto a tutti, da un lato, il pluriennale impegno quali magistrati e storici componenti di Magistratura democratica, dall’altro, la profondità delle riflessioni che permeano le loro molteplici pubblicazioni.

Nel solco di una tradizione di apertura alla società, i magistrati delle Sezioni di Catanzaro e di Reggio Calabria sono lieti di invitare all’evento quanti interessati a partecipare, che potranno accreditarsi comunicando il loro account di posta elettronica all’indirizzo francesco.jacinto@gmail.com, indicando quale oggetto “presentazione 30 gennaio 2021”.

30/01/2021

Articoli Correlati

Comunicati

Referendum ANM, 27-28 gennaio 2022

Magistratura democratica ha deciso di affidare ad un breve video le considerazioni più chiare e dirette sui quesiti del referendum promosso dall’ANM per il 27 e 28 gennaio.

Video

Il giurista e altri universi


Chiara Gabrielli, professoressa associata di Diritto processuale penale all’Università di Urbino "Carlo Bo"’ e curatrice di "Parole di Giustizia" (Pesaro-Urbino 22/24 ottobre 2021), in questo breve video ricorda la risposta data dall’ex giudice della Corte Suprema Usa, Felix Frankfurter (1882 -1965), ad un giovane aspirante avvocato che gli chiedeva dei consigli in merito alla sua carriera. Il saggio giurista con una risposta semplice, ma profondissima, ricorda al ragazzo l’importanza di far dialogare il diritto con gli altri saperi, sperimentando indirettamente, il più possibile, i magnifici misteri dell’universo che ruotano, appunto, attorno al diritto.

2'MD

Formazione universitaria e linguistica giudiziaria

Francesco Messina sottolinea  l’importanza della linguistica giudiziaria, applicata, in particolare, al processo penale, richiamando il laboratorio organizzato dall’Università di Urbino "Carlo Bo", utile per individuare un punto di contatto tra operatori giudiziari, giuristi e magistrati.

2'MD

La costruzione sociale dei rischi

Roberto Cornelli ci spiega che le paure sociali rappresentano una costruzione dei rischi che può trasformare tematiche sociali in questioni di sicurezza

2’MD

Magistratura democratica e NO CAP

Abbiamo incontrato Yvan Sagnet a Pesaro, in occasione del convegno Parole di Giustizia, alla fine dello scorso mese di ottobre.

Con lui abbiamo realizzato un video 2’MD, nel quale ci ha parlato di sicurezza: qualcosa che riguarda i lavoratori, la loro dignità, la loro vita quotidiana.

Yvan Sagnet ci ha poi parlato dell’esperienza di NO CAP: un modo concreto per sottrarre al caporalato, e a forme vere e proprie di nuova schiavitù, i lavoratori dei campi, coloro che sono l’essenza della nostra filiera alimentare, e che noi non vediamo.

Ci è parsa una esperienza da condividere, proporre e sostenere: una iniziativa per aderire alla quale non occorre essere iscritti, né é necessario iscriversi, a Magistratura democratica.

E perché i nostri gesti diventino ancor più significativi, vi chiediamo di mettere in comune il video, segnalandolo ai colleghi: siano essi iscritti o non a Magistratura democratica.