Convegno

La crisi del lavoro in Italia dal movimento ’77 ad oggi

La crisi del lavoro in Italia dal movimento ’77 ad oggi

Precarizzazione, ristrutturazione produttiva, conflitto sociale e questione giovanile fra dimensione nazionale e modello emiliano-romagnolo

Campus universitario di Forlì – 4/5 dicembre 2017

Sala Conferenze del Padiglione Melandri – Piazzale Solieri, 1

LA DIMENSIONE NAZIONALE

(LUNEDÌ 4 DICEMBRE 2017)

Saluti istituzionali e apertura lavori

(Ore 10.00)

Lubiano Montaguti (Vicesindaco di Forlì)

Domenico Guzzo (Comitato scientifico-organizzatore)

I) CONTESTI E PARADIGMI

(Ore 10.30)

Roberto Colozza, Il fenomeno del ’77 in prospettiva europea

Simone Neri Serneri, Crisi dei movimenti e crisi italiana degli anni Settanta

Marco Grispigni, Dal “potere deve essere operaio” al “godere operaio”. Legami e rotture fra il ’68 e il ’77

II) SOGGETTIVITÀ E LAVORO

(Ore 14.00)

Valerio Romitelli, La soggettività politica nel movimento ’77

Rocco Lentini, Il Settantasette in un “contesto ostile”: antagonismo e crisi del lavoro nel Mezzogiorno

Carlo Sorgi, “Smetto quando vogliono”: passato e presente delle tutele giurisdizionali del lavoratore

III) LE PRATICHE E LE FORME DELL’AZIONE POLITICA

(Ore 16.00)

Alberto Pantaloni, Il rapporto fra il “movimento del ’77” e movimento operaio: le “due società” fra rotture, tentativi di ricomposizione, percorsi innovativi, violenza

Silvia Casilio e Loredana Guerrieri, La teoria dei bisogni: azioni dirette dagli anni ’70 ad oggi, a destra e a sinistra

Giordano Cotichelli, Le lotte dei lavoratori ospedalieri: un aspetto storiografico del Movimento del ’77

Giorgio Del Vecchio, Crisi del lavoro e violenza politica in Italia nei secondi anni Settanta. L’autonomia, il ’77 e Prima Linea

IL MODELLO EMILIANO-ROMAGNOLO NEL CONTESTO ITALIANO

 (MARTEDÌ 5 DICEMBRE 2017)

Saluti istituzionali e apertura lavori

(Ore 9.00)

Ines Briganti (Presidente Istituto Storico di Forlì-Cesena)

I) LE PECULIARITÀ E LE DINAMICHE STORICHE

(Ore 9.30)

Carlo De Maria, Identità, crisi e possibile rilancio del modello emiliano-romagnolo

Tito Menzani, Innovare il terziario. Il boom delle cooperative di servizi nel “modello emiliano” di fine anni Settanta

Luca Chiurchiù, Mao più dada: avanguardia di massa e pratiche artistiche del Movimento del ’77

II) LE EVOLUZIONI CONTEMPORANEE

(Ore 12.00)

Luigi Giove, Il modello emiliano-romagnolo oggi: il Patto per il lavoro

Alessandro Martelli e Salvatore Zappalà, I giovani e il sindacato: i risultati di una indagine nel comprensorio forlivese-cesenate

CRISI E FUTURIBILITÀ

(Ore 14.15)

Luigi Mariucci, È ancora possibile una cittadinanza del lavoro?

Angelo Salento, La promessa post-fordista e la società senza reddito

TAVOLA ROTONDA: RILEGGERE LA TRASFORMAZIONE DEL LAVORO IN ITALIA. TRACCE E PROSPETTIVE

(Ore 16)

Leonardo Altieri Massimo Balzani, Sergio Bologna, Salvatore Cominu, Lubiano Montaguti, Francesco Sinopoli

Coordinatore: Domenico Guzzo – Contatti: Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea, tel. 0543-28999; mail: istorecofo@gmail.com

 

4 dicembre 2017
Ultimi articoli
In ricordo.

In quella voragine è finita anche una parte dello Stato

di Stefano Musolino
La voragine di Capaci ci sollecita a non perdere mai il senso dello Stato e a non restare intrappolati tra tentazioni carrieristiche, timori reverenziali, atteggiamenti burocratici ed individualismi esasperati
Turchia.

Lettere dai magistrati turchi

Il 23 maggio è la giornata di sensibilizzazione per l'indipendenza della giustizia in Europa. Pubblichiamo la traduzione in dodici lingue delle Letters from the Turkish Judiciary edite in e-book da Medel, impressionante testimonianza dell'incredibile accelerazione della caduta dello Stato di diritto in Turchia
Polonia.

WeDisagree. La voce dei giuristi polacchi

Il video raccoglie le voci dei giuristi polacchi, che esprimono la loro opposizione a quello che sta succedendo il Polonia: “la nostra comune casa democratica viene smantellata da coloro che sono al potere, pezzo dopo pezzo, in violazione della nostra Costituzione e dello stato di diritto”
Sulla proposta di riforma.

Separazione delle carriere: a rischio l’indipendenza del Pubblico ministero

La riforma è contraria ai principi affermati in ambito europeo che incoraggiano l'autonomia del pubblico ministero come presupposto dell'indipendenza di tutto il potere giudiziario, per una giustizia equa, imparziale ed efficiente
Polonia.

Nuova procedura di infrazione per le riforme sulla giustizia

di Mariarosaria Guglielmi
Dichiarazione di Medel sulla procedura d’infrazione della Commissione Europea contro la Polonia per il nuovo sistema disciplinare dei magistrati, contrario al principio di indipendenza della magistratura
Liberazione.

Il senso dell’unità antifascista e costituzionale del 25 aprile

La giornata della memoria antinazista e antifascista assume quest’anno un significato più forte, come risposta a quanti in Italia e in Europa predicano teorie contrarie alla nostra Costituzione e rivendicano scelte di negazione dei diritti