Taranto ancora una volta

Il corsivo

Taranto ancora una volta

di Esecutivo di Magistratura Democratica
"Addebiti impropri ai magistrati"

Proprio mentre Questione Giustizia pubblica un numero speciale dedicato al tema della sicurezza e della salute legate ai luoghi di lavoro, assistiamo al ritorno nel dibattito pubblico di posizioni che addebitano ai magistrati di non seguire logiche di compatibilità economica.

Il fatto che posizioni di tale tenore siano espresse da rappresentanti delle istituzioni rende la cosa ancora più rilevante e ci impone di ribadire che il diritto dei lavoratori e dei cittadini a vedere tutelate incolumità e salute trova riconoscimento anche in disposizioni penali, che i magistrati hanno l'obbligo di applicare nel rispetto dei principi costituzionali che presiedono all'attività giudiziaria.  

La ricerca di un equilibrio tra i valori in gioco, quali salute, libertà d'impresa, interessi finanziari, ambiente, spetta alle istituzioni politiche, chiamate ad adottare, nel rispetto delle norme costituzionali, gli atti normativi e amministrativi di loro competenza.

Tenere distinti i piani e rispettare le attribuzioni dei poteri dello Stato è compito di chiunque abbia responsabilità pubbliche e il fatto che lo si debba ricordare ancora una volta non è un segnale positivo.


Luigi Marini

presidente Magistratura Democratica



LO SPECIALE QG: Sicurezza sul lavoro



(30/07/2012)

24/07/2012

Articoli Correlati

Ordinamento

Comunicato Stampa sul D.D.L. Gasparri-QuagliarIello

"Ennesimo tentativo di intimidire magistratura"

Proposte di modifica normativa statuto ANM

Verso Assemblea generale 1 ottobre

Ordinamento

Retribuzioni e Anm, serve riflessione collettiva

Marini: "Sciopero danneggerebbe immagine magistrati"

Ordinamento

Standard e carichi esigibili

Marini: "Sono diventati boomerang per magistrati"

Ordinamento

Standard e relazione di minoranza

Marini: "Inaccettabile considerare Csm pericolo per magistrati"

L'EDITORIALE

"Tempi strani, anzi stranissimi"

Comunicati

Ingroia, "partigiano" della Costituzione

"Dichiarazioni su Carta ovvie e condivise"

Comunicati

Vicenda Giglio, il commento di Morosini

"Eguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla legge"