Parole di Giustizia 2014

Immigrazione

Parole di Giustizia 2014

di Esecutivo di Magistratura Democratica
Tutti i video della manifestazione

di LUIGI MARINI

Anche quest'anno PAROLE DI GIUSTIZIA ha colto nel segno.

Dopo avere affrontato negli anni scorsi i temi legati ai diritti negati, ai beni comuni, alla democrazia e alla "questione morale", a La Spezia si è parlato nei giorni scorsi di Europa, dell'Europa che vogliamo. Un'Europa dei cittadini e un'Europa di uguaglianza.

E' chiedere troppo? No, è l'unica prospettiva che può consentire alla realtà europea di superare la crisi di rappresentatività e di consenso che la sta mettendo in grande difficoltà.
Le spinte contrarie al progetto europeista e alla stessa conservazione dell'Europa si fanno più forti e non possono essere spiegate con la sola crisi finanziaria che ha accresciuto le differenze e provocato sofferenze diffuse e profonde.

A mostrare tutti i propri limiti é il modello di Europa che ci ha condotti fin qui e che non è più adeguato ai bisogni delle persone in un modo globale, divenuto profondamente diverso in pochissimi decenni.

Anche quest'anno Magistratura democratica e Questione giustizia hanno seguito la manifestazione, partecipato al dibattito, documentato i lavori.

I filmati che mettiamo a disposizione consentiranno a tutti di apprezzare i contenuti e la qualità del dibattito.

Si è parlato di pace (V.Zagrebelsky e Salvati), di sovranità (De Sena, Niccolai, Paciotti), di prospettive future (D'Astoli), di finanza (Baranes), di lavoro (Ponterio, Bronzini, Basilico), di diritti e giustizia (De Capitani, Michelini, Randazzo), ma anche di populismi (Flores), di principi costituzionali e cittadinanza (Fioravanti) e migrazioni (Bellingreri, Trucco).

Buona visione a tutti!


L'ELENCO DEI SINGOLI VIDEO:

Europa garanzia di pace: intervengono Vladimiro Zagrebelsky e Marco Antonelli

Interpreti della Costituzione, interviene Giorgia Minchella

Le ragioni di un’iniziativa, intervengono Diana Brusacà, Anna Canepa, Andrea Corradino, Massimo Federici; partecipa il ministro della Giustizia Andrea Orlando

Europa: conquista di democrazia e di pace, relazione di Mariuccia Salvati; introduce Massimo Federici

C’è una sovranità europea? con Pasquale De Sena, Silvia Niccolai, Elena Paciotti; coordina Federica Eminente

Pier Virgilio Dastoli, C’eravamo tanto amati. Italia, Europa e poi?(ed. Università Bocconi, 2013) ne discutono con l'autore Luigi Marini e Livio Pepino

L’Europa, le banche, la finanza. Filippo Paganini intervista Andrea Baranes

Lavoro e reddito: c’è un modello europeo? ne discutono Giuseppe Bronzini e Marcello Basilico, introduce e coordina Carla Ponterio

L’Europa, i diritti, la giustizia: ne discutono Emilio De Capitani, Gualtiero Michelini, Barbara Randazzo; introduce e coordina Rodolfo Sabelli

L’Europa tra nazionalismi e populismi, relazione di Marcello Flores; introduce Giuseppe Bosco

Stato costituzionale e trasformazioni della cittadinanza in Europa: relazione di Maurizio Fioravanti; introduce Luca Monteverde

L’Europa, le migrazioni, l’asilo: Livio Pepino conversa con Marta Bellingreri e Lorenzo Trucco

(18 aprile 2014)

18/04/2014

Articoli Correlati

Convegno

Europa: migranti e richiedenti asilo - Per una svolta di civiltà

Fondazione Basso, ASGI, Magistratura democratica e i sindacati confederali organizzano un convegno sui rapporti fra Europa e migranti.

Lavoro e immigrazione

La regolarizzazione dei lavoratori irregolari: una misura urgente e opportuna

Regolarizzare i lavoratori stranieri che versano in condizioni di illegalità, per contribuire al controllo della diffusione della pandemia e restituire piena dignità al lavoro, nel rispetto della legalità e favorendo il contrasto a tutte le mafie

MEDEL

Sulle misure di emergenza per la pandemia da Covid-19

Mai, come in un periodo di emergenza, deve essere mantenuto un elevato livello di vigilanza e controllo sulle violazioni dei diritti e delle libertà fondamentali. Da parte di tutti: Istituzioni politiche, tribunali e intera comunità giuridica europea

Europa e coronavirus

Emergenza sanitaria in carcere: l'appello al Consiglio d'Europa

Il Consiglio d’Europa, nell'attuale situazione di grave crisi sanitaria, deve dare impulso a politiche che possano portare a una rapida riduzione del numero dei detenuti. A tutela dei diritti fondamentali di questi ultimi e della salute pubblica