Video

Nel campo di San Ferdinando


Il 18 dicembre 2021 un gruppo di magistrati calabresi si è recato in visita alla cosiddetta Nuova Tendopoli di San Ferdinando, in provincia di Reggio Calabria), nel circondario giudiziario di Palmi, vicino a Gioia Tauro.


La Nuova Tendopoli si trova nella Seconda Zona Industriale Corap. In realtà le attività industriali sono quasi inesistenti in questo luogo distante dal paese.
I migranti lavorano come braccianti agricoli.
L'area occupata è di circa 12.000 metri quadrati.
Ci sono tende fornite dal Ministero dell'Interno non sono sufficienti per accogliere tutti.
I migranti hanno costruito una settantina di baracche di fortuna all'interno dell'area. Prima dell'epidemia COVID-19, il numero di occupanti poteva arrivare a oltre 700. Attualmente, ospita circa 400 persone.
Il trasferimento dalla precedente tendopoli, in realtà una baraccopoli priva di servizi essenziali, è terminato di fatto con lo sgombero del precedente insediamento e l'abbattimento delle baracche avvenuto nel marzo del 2019. La vecchia tendopoli di San Ferdinando era stata realizzata dagli stessi migranti con baracche abusive e ospitava circa 1000 persone nei periodi di maggiore affluenza.

I migranti che hanno trovato posto nella Nuova Tendopoli si sono trasferiti lì, gli altri sono andati in centri di accoglienza o si sono dati alla fuga. La gestione della Nuova Tendopoli è stata trasferita dalla Prefettura al Comune di San Ferdinando anche se la Prefettura svolge costantemente tavoli tecnici insieme allo stesso Comune e alle forze di polizia.
Per i permessi di soggiorno è competente la Questura di Reggio Calabria. Per le domande di protezione internazionale è competente la Commissione Territoriale di Crotone. Crotone dista centosettanta chilometri da San Ferdinando.
Il 31 dicembre 2021 si è verificato un incendio nel quale sono andate distrutte quattordici baracche.

11/03/2022

Articoli Correlati

2'MD

Khadim, Nicola, la notte di Natale


È la notte del 24 dicembre, in una qualsiasi delle centinaia di stazioni di servizio autostradali. Khadim è alla fine del suo turno…

2'MD

Guerra senza fine e senza fini


Il generale Fabio Mini, ex capo di stato maggiore delle Forze Nato nel Sud Europa, evidenzia come le guerre moderne causino danni ai civili e alle città. E come questi danni collaterali si siano trasformati in danni deliberati.

2'MD

Le città e il conflitto


Riccardo De Vito esamina i diversi conflitti sociali che abitano le nostre città. Chiedendosi anche quale ruolo rivesta la magistratura in questi conflitti.

2'MD

Le citta: attraversamenti


Gianni Biondillo e Christian Raimo ci offrono le premesse di un “lessico metropolitano”, tra città, piazze e parole.

Una città per pensare, diritti e libertà nello spazio urbano

Parole di Giustizia 2022