Processo lungo, la risoluzione del Csm

Penale

Processo lungo, la risoluzione del Csm

di Esecutivo di Magistratura Democratica
"Rallenterebbe a dismisura processi in corso"

ROMA - Il plenum del CSM  con 18 voti a favore e 3 contrari (Palumbo, Zanon, Romano) ha adottato, il 7 settembre, una risoluzione relativa al c.d. “processo lungo”. Il parere del Consiglio è, ovviamente, molto critico per “ l’evidente capacità di rallentare a dismisura la durata di tutti processi penali attualmente in corso, fatta eccezione solo per quelli per i quali sia stato già chiuso il dibattimento di primo grado”.

In particolare la critica riguarda, oltre alla facoltà, per l’imputato, di "interrogare o fare interrogare, a mezzo del difensore le persone che rendono dichiarazioni a suo carico":

-          la limitazione della valutazione del giudice in ordine alla ammissibilità delle prove alla sola “manifesta non pertinenza” con le intuibili conseguenze in ordine alla dilatazione dei tempi del procedimento, alla disincenentivazione nell’uso dei riti alternativi, alla violazione del principio costituzionale della ragionevole durata del processo;

-          la necessità di ripetere, a semplice richiesta dell’imputato, l’istruttoria dibattimentale anche su fatti già accertati con sentenze irrevocabili.

La risoluzione evidenzia come l’intervento legislativo sia finalizzato ad agevolare l'abuso del processo e legittimare le più varie tattiche dilatorie ed opera una ulteriore e forse decisivo stravolgimento del modello processuale vigente con l’obiettivo (ormai quasi enunciato) di perseguire la paralisi, l’implosione del processo penale.

Vittorio Borraccetti, Paolo Carfì, Franco Cassano, Nello Nappi, Roberto Rossi, Francesco Vigorito

 

LA RISOLUZIONE:

07/09/2011

Articoli Correlati

Penale

A margine di un processo per tortura


Il 20 aprile 2022  il Giudice per l’udienza preliminare presso il Tribunale di Torino ha disposto il rinvio a giudizio di ventidue persone, tra essi numerosi operatori dell’amministrazione penitenziaria accusati tra l’altro del delitto di tortura, commesso, stando all’accusa, in danno di persone detenute nel carcere di Torino; 

Politica e processi

I danni dell'«individualismo penale»

Riforma della giustizia, toghe 'star' e referendum: dal protagonismo di alcuni procuratori, che ne ha penalizzato il compromesso finale, alla proposta di riforma del processo penale, quale grande occasione persa. Ne parlano, in un'intervista, la nuova presidente e il nuovo segretario generale di Magistratura democratica.

La riforma cd. "Cartabia"

Dibattito sulla proposta di riforma della giustizia penale

A partire dalle ore 10:00 di sabato 24 luglio 2021, sull'applicativo Teams, si è tenuta la riunione del Consiglio nazionale di Magistratura democratica, convocato per discutere della proposta di riforma della giustizia penale cd. Cartabia.

venerdì 4 giugno 2021, ore 15:00/18:00 e sabato 5 giugno 2021, ore 10:00/13:00

Il ruolo del PM nella giurisdizione: attualità e prospettive

Venerdì 4 e sabato 5 giugno 2021, su piattaforma Zoom, si è tenuto il Webinar organizzato da Magistratura democratica dedicato al Pubblico Ministero e al suo ruolo nella giurisdizione, tra attualità prospettive.

venerdì 12 marzo 2021, ore 16:00/18:00

Trattamento rieducativo e giustizia riparativa: per una nuova penalità

A partire dalle ore 16:00 di venerdì 12 marzo 2021, su piattaforma Zoom, si è tenuto il Webinar organizzato dalla Sezione di Firenze di Magistratura democratica, dedicato ai temi del Trattamento rieducativo e della giustizia riparativa.