A proposito di priorità...</span>

Convegno

A proposito di priorità...

di Esecutivo di Magistratura Democratica

Sui media, per strada e nelle aule di Tribunale espressioni come “tempi biblici della giustizia”,  “giustizia ingolfata” o “impunità da prescrizione” sono entrate nel linguaggio comune. Il lamento è generalizzato.

Così come generalizzate sono le critiche alla politica, al Parlamento, che introduce sempre nuove norme penali, complica il processo penale e civile e non risolve la questione della “prevenzione” del contenzioso civile e del lavoro né quella di una moderna ed efficiente regolamentazione dell’accesso alla professione forense.

Analoghe critiche da anni sono rivolte dagli operatori del settore al Ministero, che taglia il personale amministrativo, le risorse per l’edilizia giudiziaria, il lavoro straordinario, i mezzi in un’ottica – a volte cieca – di spending review.

Ma, oltre alle critiche ed ai lamenti, c’è qualcosa che magistrati ed avvocati insieme possono fare ?
E’ possibile organizzare il lavoro giudiziario in modo più razionale ?
E’ possibile trattare prima ed in modo più efficiente  i processi e le controversie di maggiore gravità o rilevanza ?
E’ possibile individuare in modo ragionevole questi processi prioritari ?

Il 9 giugno ne discuteranno insieme a Napoli a palazzo di Giustizia – con proposte operative alla mano – magistrati, avvocati, politici e giornalisti.
E’ un’occasione concreta per passare dai lamenti ai fatti.

Apri la locandina (QUI) e partecipa anche tu!
Per gli avvocati sono previsti 6 crediti formativi.


(3 giugno 2014)

09/06/2014

Articoli Correlati

Eventi

Lo sguardo dell'inizio: una ricerca sulla giovane magistratura

Aversa, 7 giugno 2024, ore 15.00
Tribunale di Napoli Nord
Piazza Trieste e Trento 27 - Sala "Rosario Livatino

Eventi

La nuova circolare sulla organizzazione degli Uffici di Procura Riflessioni, proposte, prospettive

AGORA’

Spazi aperti al confronto

 

Martedì 11 giugno 2024 ore 17.00

Seminario su piattaforma Zoom

Eventi

I test psicoattitudinali per i magistrati - utile strumento di selezione o mortificante dispositivo di controllo?


La riforma che impone, per l’accesso in magistratura, una valutazione psicoattitudinale, ha suscitato reazioni unanimemente negative. Non solo da parte dei magistrati, additati come potenziali squilibrati; ma anche dagli accademici e dai professionisti che si occupano di psicologia.

Report primo incontro

Lo sguardo dell’inizio: una ricerca sulla giovane magistratura - 17 maggio 20204, Reggio Calabria


È partito da Reggio Calabria, lo scorso 17 maggio 2024, il ciclo di presentazioni sul territorio nazionale del n. 4 del 2023 di Questione giustizia, la rivista trimestrale promossa da Magistratura democratica, dedicato interamente alla ricerca sulla giovane magistratura commissionata al Prof. Claudio Sarzotti ed al gruppo da lui coordinato facente capo al Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Torino. Una ricerca essenzialmente “qualitativa” che si è rivolta ad un campione di sessanta magistrati individuato tra coloro che hanno fatto ingresso tra il 2013 e il 2023, tramite una serie di interviste individuali e tre “focus groups” seguiti e coordinati dalla dott.ssa Costanza Agnella dello stesso Dipartimento.