Canepa: "Solo un simbolo

Ddl Corruzione

Canepa: "Solo un simbolo

di Esecutivo di Magistratura Democratica
Per combatterla serve altro"

Il ddl anticorruzione che il Senato si appresta a votare ''e' un piccolo passo di un percorso ancora tutto da fare per risollevare il paese dalle macerie.

Questo insieme di norme ha soprattutto un valore simbolico, il primo segnale di un'inversione di tendenza dopo anni in cui i vari governi sono andati in direzione opposta''. E' l'opinione di Anna Canepa, vicepresidente dell'Anm, intervistata dal quotidiano ''L'Unita'''.

L'Anm, dice, ''ha denunciato piu' volte i limiti della legge. Il piu' grave resta quello che non si e' voluto mettere mano a una disciplina organica di revisione della prescrizione. L'Europa ci aveva chiesto di rivedere anche quella''. Dopo gli scandali che hanno coinvolto le Regioni, secondo la vicepresidente dell'Anm rileva che ''ora e' molto peggio'' di Tangentopoli perché ''il malaffare non e' solo a livello di partiti ma di coscienze. Ci vuole un sussulto di responsabilità per salvare il paese. E la soluzione non puo' essere solo per via giudiziaria. Fu un errore allora. Non lo ripetiamo oggi''.


L'INTERVISTA INTEGRALE

17/10/2012

Articoli Correlati

Ordinamento

Brevissima Storia di T.


<< Sembra surreale che un lavoro, come quello di magistrato, che dovrebbe essere fortemente orientato alla/dalla motivazione, ricco di curiosità innovativa e di impegno intellettuale per l’estensione degli ambiti di tutela dei diritti, attento alle specificità del singolo caso, caratterizzato da un’organizzazione orizzontale e non gerarchizzata, sia in corso di trasformazione verso paradigmi (o algoritmi) da “rider dei fascicoli” ossequienti ai “capisquadra">>

Penale

Ostinatamente aperti al confronto


Il 14 luglio 2022 il Coordinamento delle Camere Penali della Regione Calabria ha proclamato l’astensione dalle attività. Sono stati diramati documenti di accesissima protesta, denunciando la deriva verso uno “stato d’eccezione” del processo penale, giustificato dal contrasto alla criminalità organizzata.

Penale

A margine di un processo per tortura


Il 20 aprile 2022  il Giudice per l’udienza preliminare presso il Tribunale di Torino ha disposto il rinvio a giudizio di ventidue persone, tra essi numerosi operatori dell’amministrazione penitenziaria accusati tra l’altro del delitto di tortura, commesso, stando all’accusa, in danno di persone detenute nel carcere di Torino; 

Politica e processi

I danni dell'«individualismo penale»

Riforma della giustizia, toghe 'star' e referendum: dal protagonismo di alcuni procuratori, che ne ha penalizzato il compromesso finale, alla proposta di riforma del processo penale, quale grande occasione persa. Ne parlano, in un'intervista, la nuova presidente e il nuovo segretario generale di Magistratura democratica.

La riforma cd. "Cartabia"

Dibattito sulla proposta di riforma della giustizia penale

A partire dalle ore 10:00 di sabato 24 luglio 2021, sull'applicativo Teams, si è tenuta la riunione del Consiglio nazionale di Magistratura democratica, convocato per discutere della proposta di riforma della giustizia penale cd. Cartabia.