Il ruolo del PM nella giurisdizione: attualità e prospettive

venerdì 4 giugno 2021, ore 15:00/18:00 e sabato 5 giugno 2021, ore 10:00/13:00

Il ruolo del PM nella giurisdizione: attualità e prospettive

Webinar organizzato da Magistratura democratica

Venerdì 4 e sabato 5 giugno 2021, su piattaforma Zoom, si è tenuto il Webinar organizzato da Magistratura democratica dedicato al Pubblico Ministero e al suo ruolo nella giurisdizione, tra attualità prospettive.

Nelle moderne democrazie occidentali il ruolo del Pubblico ministero è crescente e talora è percepito come invadente da una parte dell’opinione pubblica.

Nel nostro Paese questa percezione è enfatizzata da debolezze delle forze politiche e da forme di protagonismo e di personalizzazione del ruolo, assecondate dalla rappresentazione mediatica dell’azione del PM.

Interrogarsi su quanto le diverse declinazioni del ruolo siano conformi alla visione costituzionale, comprendere se sia in atto una trasformazione silente della funzione è uno degli obiettivi dell’incontro, che mira a promuovere una riflessione critica ed autocritica sul difficile lavoro del PM che, pur investito da forti e contrastanti tensioni, deve essere e rimanere il primo garante nel processo dei diritti del cittadino.

 

PROGRAMMA

Venerdì 4 giugno 2021

 

Ore 15.00 - Presentazione

di Stefano Musolino, componente dell’esecutivo di MD

 

PRIMA SESSIONE

Ore 15.15 - Il ruolo del PM tra contrasto al crimine e garanzie processuali

di Michele Caianiello, professore ordinario Università di Bologna

 

Ore 15.40 - Tavola rotonda con:

Marco Del Gaudio, sostituto Procura Nazionale Antimafia e Antiterrorismo

Roberto Fontana, sostituto Procura della Repubblica Milano

Cinzia Barillà, consigliera Corte d’Appello Reggio Calabria 

***

SECONDA SESSIONE

Ore 16.15 - Le indagini e la loro rappresentazione. L’impatto dei media 

ne parlano:

Nello Rossi, direttore di Questione Giustizia

Giuseppe Salvaggiulo, giornalista de La Stampa

 

Ore 16.45 - Interventi e dibattito

 

 

Sabato 5 giugno 2021

 

Ore 10.00 - Presentazione della seconda giornata

***

SESSIONE UNICA

Ore 10.15 - Le garanzie di tutela dell’indipendenza interna del PM 

di Pietro Gaeta, avvocato generale presso la Procura Generale della Corte di Cassazione

 

Ore 10.40 - La nuova circolare del CSM sui rapporti interni alle Procure della Repubblica

Stefano Musolino intervista Alessandra Dal Moro, componente del Consiglio Superiore della Magistratura

 

Ore 11.00 - Indipendenza interna, indipendenza esterna nell’esperienza degli uffici

ne discutono:

Ettore Squillace Greco, procuratore della Repubblica Livorno

Fabrizio Vanorio, sostituto Procura della Repubblica Napoli

Umberto Ausiello, sostituto Procura della Repubblica Parma

 

Ore 11.30 - Interventi e dibattito

 

Ore 12.40 - Conclusioni 

di Mariarosaria Guglielmi, segretaria generale di MD

 

Presiede e coordina:

Stefano Musolinocomponente dell'esecutivo di MD

 

Il Webinar, integralmente registrato da Radio Radicale, è visionabile ai seguenti due link, relativi a ciascuna delle due giornate:

30/05/2021

Articoli Correlati

Ordinamento

Giù le mani dal CSM


Colleghe e colleghi,
A febbraio sono al vaglio della Consulta, tra gli altri, i referendum sulla responsabilità civile dei magistrati e sulla separazione delle carriere.
Il Consiglio di Stato azzera, una settimana prima della inaugurazione dell’anno giudiziario, le nomine dei vertici della Cassazione (non della sezione distaccata del Tribunale di Vigata, tanto per mantenere un po’ di sana autoironia, in un momento, però, tutt’altro che semplice).

Ordinamento

Ufficio per il Processo


Buongiorno e buon anno a tutti.
Dopo l’ultimo Consiglio Nazionale e le riflessioni che sono emerse, abbiamo deciso di creare un gruppo di lavoro sull’ufficio per il processo.
Lo scopo che ci proponiamo è al contempo di principio e pratico.

Intervento al Consiglio nazionale di Md

Tracciare una strada

Relazione scritta dell’intervento tenuto da Fabrizio Filice al Consiglio nazionale di Md dell’11 dicembre 2021. 

Intervento al Consiglio nazionale di Md

Quale Magistratura democratica

Esiste una saldatura ineliminabile tra un autogoverno legittimato, efficace, virtuoso e trasparente, l’organizzazione degli uffici e la tutela dei diritti, la capacità della giurisdizione di fare giustizia.
Questa saldatura non può essere ignorata, o sottovalutata, anzi, va tenuta ben presente per scegliere quale magistratura vogliamo essere.
Oggi, in particolare, per scegliere quale Magistratura democratica vogliamo essere.

 

Giustizia e riforme in cantiere

Sulle proposte di riforma dell’ordinamento giudiziario e del CSM

Magistratura democratica sente di dover esprimere sin d’ora il suo dissenso più netto rispetto ad una proposta ministeriale che non garantisce un’adeguata rappresentanza di genere, né tantomeno persegue il necessario pluralismo della rappresentanza dei magistrati in Consiglio.