Md: "Grande prova di partecipazione popolare"

Comunicati

Md: "Grande prova di partecipazione popolare"

di Esecutivo di Magistratura Democratica
Rielegittimato valore fondante della Costituzione Repubblicana

Una grande prova di partecipazione popolare, importante al di là della scelta da ognuno depositata nell'urna, ha rielegittimato il valore fondante della Costituzione Repubblicana entrata in vigore nel 1948, dei suoi principi e della forma di governo idonea a farli vivere: quella parlamentare, basata sulla partecipazione dei cittadini, sulla rappresentanza, sull'uguaglianza.

Magistratura democratica si è impegnata in una campagna difficile e ha sempre messo al centro del dibattito il merito e i contenuti della riforma, tenendosi lontana dalla mera propaganda e, allo stesso tempo, dal rinnovato vigore dell'argomento teso ad abrogare di fatto l'art. 21 nei confronti dei magistrati.

Si tratta ora di dare nuovo slancio alla promessa di cambiamento dell'art. 3 capoverso, per rivitalizzare principi scritti nella prima parte della Carta, a partire dal lavoro e dalla difesa dei diritti dei sottoprotetti. Magistratura democratica intende ripartire da qui.

 

Il Comitato Esecutivo di Magistratura democratica

(5 dicembre 2016)

05/12/2016

Articoli Correlati

Md e il CSM

Una storia che riprende


Magistratura democratica è tornata a presentare propri candidati alle elezioni del CSM, dopo molti anni in cui ha contribuito in maniera decisiva all'elezione dei rappresentanti di AreaDG.

Noi e Medel

Ricorso associazioni giudici europei a Corte UE su PNRR Polonia: "chiediamo efficace tutela dell'indipendenza dei giudici"


Quattro organizzazioni europee di giudici citano in giudizio il Consiglio dell'UE per aver ignorato le sentenze del Tribunale dell'UE nella decisione di sbloccare i fondi alla Polonia.

Comunicati

Adesione giornata nazionale di mobilitazione per la Pace


Come cittadini europei, abbiamo assistito con sgomento e crescente orrore all’aggressione perpetrata dalla Russia in danno dell’Ucraina e del popolo ucraino.

Penale

A margine di un processo per tortura


Il 20 aprile 2022  il Giudice per l’udienza preliminare presso il Tribunale di Torino ha disposto il rinvio a giudizio di ventidue persone, tra essi numerosi operatori dell’amministrazione penitenziaria accusati tra l’altro del delitto di tortura, commesso, stando all’accusa, in danno di persone detenute nel carcere di Torino; 

Editoriale

Dopo lo sciopero, oltre lo sciopero: restiamo uniti


Crediamo nelle ragioni dello sciopero e ci siamo impegnati per la sua riuscita.