Misure cautelari e libertà personale

Seminario interno

Misure cautelari e libertà personale

di Esecutivo di Magistratura Democratica

Un momento di riflessione in tema di misure cautelari e limitazioni della libertà personale, momento che avrà la natura, dinamica e sciolta, del seminario e che si terrà a Roma, il 16 febbraio 2014.

L'incontro toccherà sostanzialmente quattro aree tematiche:
1) Fisionomia costituzionale delle misure cautelari
2) Presupposti indiziari e giusto processo cautelare
3) An e quomodo del trattamento cautelare: esigenze cautelari, proporzionalità ed adeguatezza delle misure
4) Motivazione del provvedimento cautelare e suo controllo
Ognuno dei quattro punti, come declinati nello schema allegato, verrà letto, anche alla luce delle prospettive di riforma in materia cautelare, in relazione alle diverse fasi del procedimento.

All’introduzione dei coordinatori del gruppo seguirà una lettura ragionata dei dati statistici in materia cautelare di alcuni distretti italiani e, quindi, una serie d’interventi sulle varie aree tematiche sopra evidenziate.

Per info contattare: fernanda.torres@alice.it

16/02/2014

Articoli Correlati

Presentazione del libro di Livio Pepino e Nello Rossi

Il potere e la ribelle. Creonte o Antigone? Un dialogo

Le Sezioni di Catanzaro e di Reggio Calabria di Magistratura democratica organizzano, per il 30 gennaio 2021, un incontro di presentazione via Teams del libro di Livio Pepino e Nello Rossi e, nel solco di una tradizione di apertura alla società, sono liete di invitare quanti siano interessati a partecipare all'evento.

Convegno

Europa: migranti e richiedenti asilo - Per una svolta di civiltà

Fondazione Basso, ASGI, Magistratura democratica e i sindacati confederali organizzano un convegno sui rapporti fra Europa e migranti.

Ciclo d'incontri

Inviolabile.
La libertà personale di fronte alla coercizione istituzionale

#1 TSO - Trattamento sanitario obbligatorio: non c'è cura senza contenzione?

Ciclo d'incontri

Inviolabile.
La libertà personale di fronte alla coercizione istituzionale

#2 CARCERE: l'umanità della pena rende insicuri?